Jean-Baptiste Del Amo, “Regno Animale”

Tiene fra le braccia un capretto che ha appena abbattuto e che gli appoggiava la testa al collo e gli succhiava il lobo dell’orecchio mentre lo portava verso le tende di macellazione. Avvicinarsi a Regno Animale di Jean-Baptiste Del Amo significa entrare in un universo tetro, selvaggio, fatto di sangue, fetore, carne, disperazione, ove quasi…

Imre Oravecz, “Settembre 1972”

In principio era il tu, era il là, era l’allora, era il cielo azzurro, era il sole, era la primavera, era il caldo, era prato, era il fiore, era l’albero, era l’erba, era l’uccellino, era la forza, era il coraggio, era la risolutezza, era la leggerezza, era la fiducia, era l’altruismo, era la ricchezza, era…

Stephen Markley, “Ohio”

Ohio è il romanzo di debutto di Stephen Markley, accolto con vasto clamore come il nuovo esempio del grande romanzo americano. La storia si apre con una solenne parata, il funerale di Rick, ucciso in un’azione bellica in Iraq. Da questo punto la trama balza nel tempo sei anni in avanti e si iniziano a…

Venedíkt Eroféev, “Mosca-Petuskì. Poema ferroviario”

Mosca-Petuskì. Poema ferroviario è un libro fondamentale della letteratura russa, inizialmente circolato a lungo in samizdat (tipo di copia clandestina) in patria e all’estero, prima di essere dato alle stampe e iniziare a diffondersi attraverso i canali ufficiali. La storia vede il protagonista (singolarmente coincidono l’autore e il narratore) raccontare una giornata in cui tenta,…

Don DeLillo, “Il Silenzio”

– Guardo lo specchio e non so chi è la persona che ho davanti, – diceva Martin. – La faccia che mi guarda non sembra la mia. Ma in fondo perché dovrebbe? Lo specchio è davvero una superficie riflettente? E la faccia che vedo io è la stessa che vedono anche gli altri? Oppure è…

Friedrich Dürrenmatt, “La panne. Una storia ancora possibile”

Chi fra di noi può dire di conoscere se stesso, i propri misfatti, le proprie colpe più segrete? Dürrenmatt è un autore che non delude: nei suoi scritti, solitamente piuttosto brevi, condensa tutta la sua poetica, la sua visione dell’uomo, in modo spesso spiazzante e lasciando il lettore a rimuginare su temi che talora sembrano…

Alan Bennett, “Nudi e crudi”

Una ordinaria serata all’opera diventa per i coniugi Ransome una svolta nella loro vita: al rientro, infatti, trovano la casa completamente svaligiata. Ma vuota sul serio, dato che i ladri non hanno lasciato nemmeno un utensile, una stoviglia, la carta igienica… Il vuoto totale è quello che questa coppia di mezza età, della Londra borghese,…