Sally Magnusson, “La donna venuta dai ghiacci”

Ci sono pagine della storia sbiadite alla memoria dei più e spesso un buon romanzo è capace anche di far ricordare eventi meno noti o caduti nell’oblio. È il caso de La donna venuta dai ghiacci di Sally Magnusson che prende spunto da un fatto realmente accaduto, ovvero il rapimento di oltre quattrocento cittadini islandesi…

László Darvasi, “La leggenda dei giocolieri di lacrime”

«E camminiamo a lungo, attraversiamo molti luoghi. Il turbinio della nebbia, le sentinelle a guardia degli accampamenti, le paludi piene di sanguisughe, i corpi di giovinette, nulla di tutto ciò può sbarrarci la strada. Civettiamo con la carne, alitiamo sopra l’anima. Ci illudiamo di cogliere le parole degli uomini. Guardiamo attraverso la finestra del cuore…

Kiran Millwood Hargrave, “Vardø. Dopo la tempesta”

Ricordo i tempi in cui le rune ti davano conforto, quando i marinai venivano da mio padre perché lanciasse le ossa per prevedere quanto tempo avevano ancora da vivere. È una lingua, Maren. Il fatto che tu non la sappia parlare non la rende demoniaca». Maren annuisce, vergognosa. Vorrebbe scusarsi ma sa che le sue…

Marco Corrias, “Canto Barbarico”

Alpi rocciose di Langobardia. Italia dei secoli bui. Titani a guardia di valichi impervi. Clangore metallico al di là del fiume. Una sagoma si apre un varco tra liane e agrifogli. Indossa una ringha di ferro brunito: maglia metallica ad anelli scuri. Un guerriero. Antico ceppo germanico. Nuova stirpe di conquistatori, temprata da inverni infiniti….

Colson Whitehead, “La ferrovia sotterranea”

La ferrovia sotterranea di Colson Whitehead è stato uno dei titoli più acclamati dello scorso anno. Se inizialmente non mi aveva attirato, in seguito tutto il plauso proveniente da ogni parte mi ha effettivamente incuriosito. Il romanzo è di certo ben scritto e abbastanza scorrevole, eccetto per alcune parti che mi sono sembrate troppo lente….

Andrei Kurkov, “Picnic sul ghiaccio”

Un romanzo che avesse per protagonista un uomo con un pinguino come animale domestico non poteva non attirare la mia attenzione. Inoltre, ho avuto la fortuna di ascoltare l’autore, Andrei Kurkov, a una presentazione in libreria e la lettura è divenuta quasi un obbligo morale! Picnic sul ghiaccio è ambientato in una Kiev da poco…

Ričardas Gavelis, “Vilnius Poker”

Questo libro, assolutamente particolare, richiama alla mente molti nomi, come Kafka, Camus, Joyce, Genet, Nietzche, per le sicure influenze che, sia dal punto di vista ideologico che strutturale, hanno pesato sull’autore. Alla fine, tuttavia, solo due sono i veri perni della storia: Vilnius, la città lituana, e Vytautas Vargalys, il protagonista principale, personaggio davvero weird…