Boomstick Award 2014

Con mio grande piacere e onore, mi è stato assegnato da Marco del blog Prima di Svanire il Boomstick Award 2014.
Rimando alla pagina del creatore del premio, Hell, dove viene descritto di cosa si tratta e il regolamento per la sua attribuzione.

Per prima cosa ringrazio nuovamente Marco, è stata una piacevolissima sorpresa! 🙂

Di seguito i sette blog ai quali ho deciso di conferire il Boomstick Award 2014.

1. La città dei libri sognanti di Tintaglia
– Perché Tintaglia è una persona stupenda ❤ e condividiamo un sacco di interessi in comune (draghi, gatti, libri, serie tv, nerd-erie varie, ecc.)
– Perché grazie a lei e al suo blog (che non deve assolutamente chiudere!) ho scoperto molti libri e autori interessanti
– Perché le sue recensioni sono sempre accurate, ma anche piacevoli e divertenti

2. Life, the universe and everything (including books) di Saretta
– Perché anche Saretta è una persona speciale <3, una lettrice onnivora e grazie al suo blog trovo sempre nuovi spunti di lettura
– Perché scrive tantissime recensioni interessanti e ben fatte su libri e fumetti di diverso genere
– Perché, indirettamente, anche grazie a lei ho deciso da qualche anno di rispolverare l’inglese e mettermi a leggere in lingua originale

3. Holonomikon di X
– Perché per Giovanni ho da sempre una grande stima, come persona e scrittore, inoltre conosce tantissime cose su i più svariati argomenti
– Perché grazie ai suoi post imparo sempre qualcosa di nuovo e scrive di temi anche complessi in modo comprensibile (per me ignorante in materie scientifiche), spaziando (anzi, “connettendo”) tra scienza, letteratura, musica, fisica, ecc.
– Perché è un grande estimatore, come la sottoscritta, di Thomas Pynchon – che ho conosciuto proprio grazie a lui 😉

4. L’evasione del prigioniero di Paolo Marzola
– Perché Paolo è uno dei promotori dei #veNERDìpub 😀
– Perché scrive di tantissimi argomenti eterogenei, e le sue argomentazioni sono sempre ricche, interessanti, accurate e mai banali
– Perché anche qui trovo una miriade di spunti per letture, approfondimenti, film o serie tv da vedere

5. HyperHouse di Zoon
– Perché con tutti i post che pubblica, c’è sempre qualcosa da leggere 😀
– Perché grazie alle notizie che riporta non si finisce mai di scoprire nuove uscite, approfondimenti su scienza, tecnologia, archeologia ed esoterismo, e musica
– Perché è uno dei fondatori del Connettivismo (insieme anche al già citato X)

6. Penna Blu di Daniele Imperi
– Perché Daniele è un amico e sopporta il mio glissare 😉
– Perché abbiamo tanti interessi in comune, ma anche idee opposte sul perché qualcosa ci piace o meno ed è sempre interessante confrontarsi
– Perché il suo principio di “sospensione dell’incredulità” (o “della realtà” come lo chiamo io, pasticciando con Freud) è di solito agli antipodi del mio 😀

7. GerundioPresente di Gardy
– Perché analizza e recensisce film (ma non solo) in modo accurato, completo, mai noioso e scontato
– Perché il suo parere è uno di quelli che tengo in considerazione quando decido di vedere un film o meno (soprattutto al cinema)
– Perché scrive anche su Serialmente, grazie al quale si conoscono tantissime serie tv

The Omega Outpost

Le prime domande che mi sono posta prima di (ri)aprire un mio blog sono state: “ne vale la pena?” e “è proprio necessario l’ennesimo blog nel caos frammentario ed effimero della rete?”
La mia risposta è no ad entrambe.

Partendo da questi (favorevoli) presupposti, ho deciso di dar vita a The Omega Outpost. Non vi è alcun intento narcisistico né propagandistico – scrivo di ciò che mi piace e che mi colpisce per dare voce a me stessa e sperando che possa essere spunto ad altre persone per approfondire o conoscere qualcosa di nuovo.

Dato che non è il mio primo blog (che risale ad anni e anni fa, uno dei primi sulla defunta piattaforma di Splinder), né è la prima volta che scrivo in rete (e non solo), e soprattutto mi conosco abbastanza bene, ammetto che ad oggi non so quanto a lungo resisterà. Dipende da vari elementi – pratici, umorali, ecc. La buona volontà iniziale c’è, vedrò cosa ne verrà fuori man mano.

Premessa conclusa, presentiamo un po’ The Omega Outpost.

Il titolo è stata un’intuizione pressoché immediata e mi soddisfa perché ha molteplici chiavi di lettura.
Omega simboleggia la fine di un lungo percorso, l’ultima possibilità, il compiersi di qualcosa, la porta che chiude e schiude, il sigillo da e verso uno spazio remoto.
Outpost (avamposto, NdA) sottolinea ulteriormente questi significati: è il capolinea terminale e al contempo il punto di partenza prima di terre ignote (come Imladris, “the last homely house” di tolkeniana memoria), è il rifugio e l’esilio di chi si sente esistenzialmente un outsider among others, uno straniero in terra straniera, è una stazione dimenticata, orbitante oltre lo spazio-tempo, protesa verso la galassia dell’Immaginario.
Considero questo blog, pertanto, come la trasposizione virtuale della mia soffitta, stipata di tutto ciò che amo, isolata ma altrettanto protesa verso i mondi..

Gli argomenti sono suddivisi nelle seguenti categorie:

Life & blogging
Spunti, considerazioni, novità che prendono spunto dalla everyday life, news, dal mondo del web e tutta la profindità insondabile della Criptosfera.

La Biblioteca di Babele
Libri, libri, libri.
Recensioni, novità, riflessioni e impressioni sulle letture, generi letterari o scrittori.
Tutto quello che ruota attorno alla parola scritta e ai libri – qualunque forma prendano (tavolette d’argilla, pergamene, carta, ebook, ologrammi, ecc.).

Videodrome
Recensioni, novità, riflessioni e impressioni su serie tv e film e altro che ruota attorno al piccolo o grande schermo.

Arts & Artists
Presentazioni, opinioni, impressioni sulle più diverse forme artistiche ed artisti.

The box
Una sorta dell’equivalente di “varie ed eventuali”.

Alcuni post saranno riproposte revisionate di pezzi già scritti da me, altri del tutto nuovi.

Buona lettura… and may the Force be with you.

N.B.: L’immagine della testate del blog è appositamente realizzata da me medesima. 🙂