Uscita la silloge di poesie di Guido Antonelli

È appena uscita la silloge delle poesie di Guido Antonelli, scomparso di recente, per i tipi di Kipple Officina Libraria.

La descrizione:

uppercover-1Dallo studio pittorico di Guido Antonelli abbiamo recuperato otto libri di poesia. Nessuno di questi volumi, le cui copie sono ora custodite dal Comune di Bellusco, riporta una data specifica di pubblicazione, ciò rende pressoché impossibile una dettagliata analisi filologica e cronologica dei suoi testi. Solo alcuni volumi presentano una nota temporale o biografica che ci consente di collocarli in un momento preciso della vita dell’Autore. Ma cosa direbbe l’autore di sé, delle sue opere? Forse questo:

“Ho capito che se volevo evocare il mistero della poesia dovevo andare oltre il significato, il senso comune, quello della nostra annichilente quotidianità. Volevo, e lo voglio ancora, il trionfo assoluto, incontrastato del suono. Scelgo le parole non per il loro significato, ma per quel loro figurare che accostato l’un con l’altro crea una catena di senso necessaria. Le parole per me sono semplicemente suono e io le accosto fra loro non certo liberamente, non certo casualmente ma… musicalmente!”

Ho avuto la fortuna di incontrare Guido Antonelli una volta, anni fa, e ne serbo un ricordo vivido, quello di un uomo attento, silenzioso, il cui sguardo era quello di una persona estremamente ricca interiormente, dalla mente curiosa, fine, eclettica.
Grazie a tutti coloro che hanno reso possibile questa raccolta, che più che mai dimostra vere le seguenti parole:

Chi giace nella tomba di un poeta? In ogni caso non il poeta, questo è sicuro. […] La maggior parte dei morti tace. Non dice più niente. Ha – letteralmente – già detto tutto. Per i poeti non è così. I poeti continuano a parlare.
(Cees Nooteboom, Tumbas. Tombe di poeti e pensatori)

Il libro si può acquistare sul sito di Kipple oppure su Amazon.

Imperdibile.

Segnalazioni: “Città senza eroi”

Pubblico volentieri il comunicato stampa di Pia Ferrara per l’uscita del romanzo Città senza eroi di Roberto Gerilli e Giacomo Bernini.

CS1

presenta
Città senza eroi

cover

www.cittasenzaeroi.it

Elfi malavitosi. Uomini divorati dall’odio. Sacerdoti stravaganti.
Maghi mercenari. E un’assassina coi tacchi a spillo.
Non sono eroi. Sono pedine. Potrebbero salvare la Città. O distruggerla.


Buongiorno,
è disponibile in libreria e nei principali store online Città senza eroi, esordio nella narrativa fantastica di Roberto Gerilli e Giacomo Bernini, pubblicato da Ute Libri. A metà strada tra fantasy e pulp, Città senza eroi è una storia ricca di humor e di azione, i cui indimenticabili protagonisti sono costantemente a un passo dalla salvezza della Città o dalla sua totale distruzione. A seguire la sinossi e la biografia degli autori. In allegato la cover realizzata da Petra Zari sulla base dell’illustrazione originale di Claudia Cocci. Altre illustrazioni originali di Claudia Cocci e di Sara Ingignoli sono presenti all’interno del romanzo. Qui il booktrailer. Chiedo gentilmente di inviarmi i link delle pubblicazioni e resto a disposizione per ulteriori richieste di informazioni o di copie dell’opera a scopo di recensione. Gli autori sono disponibili per interviste. Il romanzo sarà presentato a Lucca Comics & Games 2014: tutte le info qui.
Buon lavoro,
Pia
Sinossi

Tra gli sterili confini delle Wasteland, le fatiscenti baracche della periferia e i futuristici grattacieli del centro, si intersecano le insidiose vicende di esseri umani ed esseri fantastici costretti a condividere le loro vane esistenze in una Città dilaniata dall’odio e dal razzismo.Gli Uomini, favoriti dalla Legge, abusano della tecnologia per dominare gli altri esseri che, relegati nei bassifondi, sono marchiati come Inumani e perseguono, a loro volta, i più spregevoli scopi fomentando un clima di violenza e paura.
Armi, poteri extrasensoriali e ogni sorta di magia sono benvenuti e accettati laddove le speranze lasciano il posto alla più cupa rappresentanza della morte, perché in un luogo dominato dalle Leggi, sembra non esserci spazio per alcuna moralità. In questa polveriera sociale si sviluppano le vicende di molti personaggi, per altrettante storie, intrecciate in una trama eterogenea di volti, fatti, pensieri ed emozioni.
Città senza eroi è un intreccio di storie ma, soprattutto, una fusione di generi letterari: fantascienza, fantasy, thriller e pulp, in un condensato di azione e sarcasmo che coinvolge, diverte e appassiona. Una storia priva di stereotipi e priva di eroi.

Gli autori

Roberto Gerilli, nato ad Ancona nel 1980, laureato in Ingegneria Elettronica, vive da sempre a Falconara Marittima. Appassionato di letteratura, cinema e serie tv,  è membro dello staff di Speechless Magazine e Diario di Pensieri Persi. Ha pubblicato diversi  racconti in varie antologie cartacee e digitali.
Giacomo Bernini, nato a Venezia nel 1983, laureato in Ingegneria Informatica, oggi lavora a Falconara Marittima. È stato premiato in alcuni concorsi per racconti di genere fantastico. Nel 2013 ha vinto il concorso Chrysalide  Emozioni in Metamorfosi – sezione Urban Fantasy, indetto dalla Mondadori.

Il sito ufficiale
Città senza eroi su Facebook
Città senza eroi su Goodreads
Booktrailer
#CittàSenzaEroi
 
Titolo: Città senza eroi
Autori: Roberto Gerilli, Giacomo Bernini
Editore: UTE LIbri
Pagine: 316
Prezzo: 15€
ISBN: 9788867360758

Esce NeXT Iterazione 18: I, Next

Segnalazione estratta da da HyperHouse

Iterazione di NeXT carica di riferimenti, questa, e di rimandi sottili a gran parte dello scibile umano e all’immaginario fantastico, uniti verso nuove consapevolezze che tutti, da queste parti, amiamo in ogni declinazione. L’accerchiamento di questo numero al concetto stesso che tutto è uno e che uno è tutto, che i connettivisti promulgano da tempo, è potente, senza frontiere e – so, non dovrei essere io a dirlo – con questo fascicolo di NeXT la pulsione verso un nuovo unito diviene evidente, lampante, conclamata.

Chi è I.? Chi si nasconde dietro alle tante e diverse incarnazioni che assume di tavola in tavola? Lui stesso se lo chiede e chiamando in causa le stelle e i saggi, l’amore e il sesso, la poetica e la scienza si fa seguire passo passo nella sua ricerca per cercare risposta al “quesito che lo pungola fino alla follia”, ovvero “chi – o cosa sono?”.
Se l’ispirazione di questo libro illustrato risale ai romanzi filosofici del XVIII secolo, la scelta delle immagini, dalle provenienze e dagli stili piú diversi, è affidata a un brillante montaggio di materiali grafici di pubblico dominio, cui i brevi testi a fumetto danno voce con sapiente ironia.

[Leggi l’intero post]