Andrei Kurkov, “Picnic sul ghiaccio”

260-9788899911164-mainUn romanzo che avesse per protagonista un uomo con un pinguino come animale domestico non poteva non attirare la mia attenzione. Inoltre, ho avuto la fortuna di ascoltare l’autore, Andrei Kurkov, a una presentazione in libreria e la lettura è divenuta quasi un obbligo morale!

Picnic sul ghiaccio è ambientato in una Kiev da poco uscita dall’egemonia della Russia comunista. Il protagonista, Viktor, è uno scrittore quarantenne squattrinato e in crisi perenne che, dopo l’abbandono dell’ultima fidanzata, ha adottato un pinguino dallo zoo cittadino, che non poteva più permettersi di mantenerlo.
Dal momento che non si decide a dare alle stampe i suoi racconti, che tiene custoditi in un cassetto attendendo chissà quali tempi migliori, un giorno riceve una proposta destinata a cambiargli la vita: dovrà scrivere quelli che in gergo si chiamano “«coccodrilli”, i necrologi, in anticipo, di personaggi in vista della società ucraina.
Grazie al suo talento, Viktor si rivela davvero molto bravo, ma la cosa inizia a farsi inquietante allorché i protagonisti dei suoi articoli muoiono uno dopo l’altro, in circostanze misteriose e decisamente poco chiare.
Viktor allora si trova così al centro di un pericoloso intrigo fatto di tra mafia, servizi segreti e disinformazione, sempre accompagnato dal pinguino Miša e da Sonja, figlia di un boss in perenne fuga. Continua a leggere “Andrei Kurkov, “Picnic sul ghiaccio””