Ted Chiang, “Stories of Your Life and Others”

223380Dopo la visione dell’eccelso film Arrival, era d’obbligo leggere questa raccolta di Ted Chiang!

Nelle mani di Chiang, la fantascienza diviene davvero “letteratura di idee“, speculativa, nel solco della tradizione dei grandi del genere ma con temi assolutamente nuovi, contemporanei, dirompenti.
Complesse questioni linguistico-glottologico, matematica, fisica forniscono il gancio narrativo per raccontare storie che fanno riflettere, partendo sempre comunque dall’uomo, quasi da un profondo senso di rinnovato (o nuovo) umanesimo, tanto che anche i più astrusi voli pindarici filosofici diventano risonanza emozionale, intessuti strettamente con la vita e l’interiorità dell’individuo.

Nell’universo di Chiang, questo umanesimo è inscindibile dalla razionalità, dalla scienza. Questo non fa sì che i personaggi siano distaccati o freddi, anzi, Chiang nel delinearli fa capire che è il razionalismo stesso che li rende umani, capaci di emozioni e di introspezione, e questa concezione lega tutte le storie.

Allo stesso modo fantascienza, fantastico, speculazione e scienza sono altrettanto possibili grazie a questo lavoro della ragione, al voler rendere il senso del meraviglioso attraverso una ricostruzione realistica e scientifica di una possibile realtà.

Ogni racconto è una perla imperdibile, da gustare con calma, riflettendo su ogni parola.
Un’antologia mirabile.

Tower of Babylon – 5/5
Molto bello, ambientazione particolare, accurata. Finale inatteso, sorprendente, toccante.
Stile impeccabile.

Understand – 4.5/5
Inizialmente non mi ha preso molto, ma si è riscattato nella seconda metà e nel finale.
Tutta la spiegazione scientifica non è pesante, anzi, rende credibile e realistico il racconto.
Lo stile è sempre ottimo, Chiang riesce a modularlo benissimo in base a quanto sta scrivendo.

Division by Zero – 3.5-4/5
Interessante speculazione matematica, anche se mi è piaciuto un po’ meno dei primi due.

Story of Your Life – 5/5
Meraviglioso, intenso, filosofico… Anche se tutta questa raccolta è molto cerebrale,speculativa, più che meramente “narrativa“.
Bellissimo e commovente (però è uno dei rari casi in cui il film mi è piaciuto un pochino di più).

Seventy-Two Letters – 4/5
Riflessione sulla “creazione” di una IA e della sua gestione, in particolare sul suo possibile ruolo nel mondo del lavoro al posto dell’uomo.

The Evolution of Human Science – 3.5/5
Breve, conciso, più che altro sembra un appunto su una possibile speculazione scientifica. Insomma.

Hell is the Absence of God – 3/5
Forse quello che mi è piaciuto meno. Sempre speculativo, ma sfiora il campo metafisico.

Liking What You See: A Documentary – 3.5/5
Interessante, anche se non mi ha fatto impazzire, in particolare come cambia il concetto di bellezza e di abitudine ad essa, se percepita attraverso canoni o certi input mediatici.

My rating: 4.5-5/5

Ted Chiang
Stories of Your Life and Others
Ed. Vintage

Annunci

2 pensieri riguardo “Ted Chiang, “Stories of Your Life and Others”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...