Ultime letture

Bernard Malamud, “Il commesso”
Storia di un misero commerciante ebreo di Manhattan, alla quale si intrecciano altre storie di vite (sofferenze, tradimenti, speranze, delusioni, …) e la crisi economica, la povertà del periodo storico in cui è ambientata.
Romanzo dalle varie sfaccettature, mi è piaciuto, benché non abbia apprezzato il coprotagonista, Frank Alpine – forse perché sono scettica sulla redenzione completa e disinteressata delle persone.
My rating: 4/5

W. Somerset Maugham, “Il filo del rasoio”
Forse l’ho letto nel momento sbagliato, perché non sono riuscita ad apprezzarlo appieno.
Riconosco il valore del testo, la sua indagine psicologia e ritratto dei personaggi, ma proprio questi ultimi non mi hanno coinvolto.
My rating: 3.5/5

Rjurik Davidson, “Unwrapped Sky (Caeli-Amur, #1)”
Un fantasy/steampunk molto particolare: originale come ambientazione, ma anche come sviluppo, in quanto punta molto sul suo lato “filosofico”.
Non è ricco di azione, anzi, soprattutto la parte centrale è molto (troppo) lenta, ma non posso non riconoscergli il pregio di essere una voce diversa dal solito.
Bellissimo il linguaggio ricercato e alcuni scorci di worldbuilding; tanti i temi profondi toccati (libertà, rivoluzione, tradimento, …)
My rating: 3.5-4/5

Seth Dickinson, “The Traitor Baru Cormorant”
Avrei volute dedicare una recensione a parte a questo libro, ma purtroppo…
Altro romanzo grim fantasy assolutamente originale, che farei rientrare anche nello scaffale di narratore inaffidabile, in quanto il POV principale, quello della protagonista, Baru, tiene il lettore costantemente sul filo del rasoio del dubbio.
Interessantissimo worldbuilding, caratterizzazione eccellente dei personaggi (benché io non abbia mai provato grande empatia per Baru), benché non manchi qualche ingenuità da primo romanzo. Personalmente mi ha annoiato un po’ la parte centrale, troppo imperniata sulle mosse politiche.
E’ il classico libro sul quale si possono fare mille congetture, non si dimentica facilmente.
My rating: 4-4.5/5

Autori Vari, “Three Slices”
Libro che raccoglie tre novella di tre autori diversi, ciascuna delle quali si colloca in un tempo intermedio in alcune saghe degli stessi.
A me interessava Chuck Wendig, il suo racconto parla della mia amata Miriam Black e non è niente male.
Gradevoli e comprensibili anche gli altri due.
My rating: 3.5-4/5

Georges Simenon “Pioggia nera / Il gatto / Le signorine di Concarneau / La casa sul canale”
Prosegue anche la mia saga Simenon e ogni suo romanzo che leggo, benché non tutti siano riuscitissimi, è capace di quello sguardo profondo, acuto, disincantato su diverse sfaccettature dell’animo umano che fa riflettere, forse talora lascia un velo di malinconia.
Molto belle anche le descrizioni dei luoghi, in grado di trasmettere un silenzio, un’attesa, a volte indifferenza a volte tristezza, che ben s’accordano con la narrazione”
My rating: 4/5

Max Gladstone, “Three Parts Dead (Craft Sequence, #1)”
Ho sentito tanto parlare di questa trilogia che mi sono decisa di prenderla in mano.
Una sorta di urban fantasy/steampunk/fantasy originale, soprattutto non YA né romance, con protagonisti tosti e coinvolgenti.
Non mi è dispiaciuto benché non mi abbia fatto impazzire, ma leggerò il seguito.
My rating: 3.5/5

Emmi Itäranta, “Memory of Water”
Lo YA distopico post apocalittico di quest’autrice finlandese è diverso da quelli dello stesso filone; innanzitutto niente buonismo, niente romance.
Il worldbuilding è accennato e sarebbe stato bello sapere di più della catastrofe che ha portato al quasi esaurirsi dell’acqua, così come certi aspetti politico-geografici mi sono risultati un po’ confusi.
È una storia introspettiva, sulle tradizioni, sul valore e il peso delle scelte, con un finale inatteso del tutto diverso da tanti insulsi “vissero felici e contenti”.
Non perfetto, ma originale e pregevole.
My rating: 3.5-4/5

Advertisements

4 thoughts on “Ultime letture

    1. Lessi “Il mago” tantissimi anni fa e mi piacque molto, decisamente gotico e un po’ baroccoso nel linguaggio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...