Cat Winters, “A cure for dreaming”

Il nuovo romanzo di Cat Winters, A cure for dreaming, mira ancora una volta, come già In th shadow of blackbirds,e a creare un originale mescolanza di romanzo storico con elementi paranormal.

Olivia Mead, la protagonista, è una ragazza di diciassette anni che vive a Portland, Oregon, ad inizio XX secolo.
Un giorno arriva in città Henri Reverie, un ipnotizzatore, che tiene spettacoli di ipnosi e utilizza tale tecnica anche come “cura” per alcune patologie.
Il padre di Olivia, che come tanti suoi concittadini è esterrefatto e disgustato dal movimento delle suffragette che si sta facendo largo tra alcune donne, dopo aver scoperto che anche sua figlia parteggia per tali idee, assolda Henri per “curarla” dal suo sogno di essere in grado un giorno di votare e una donna indipendente.

Dopo l’ipnosi, Olivia scopre di aver acquisto un’altra capacità, ossia quella di vedere la gente per ciò che è veramente, un mostro diabolico o un amico fidato.
Dopo vari episodi sconcertanti e al di fuori della norma, Olivia prega Henri di farla tornare com’era prima; egli, tuttavia, le spiega che ha bisogno del denaro per curare la sorella gravemente malata.
L’intraprendenza di Oliva, tuttavia, riuscirà a risolvere diverse situazione, ma soprattutto a dimostrare in primis a se stessa di essere davvero “a responsible woman”.

Il romanzo è assolutamente piacevole e accattivante e ha tutto lo stile peculiare dell’autrice, nonché il gusto per le atmosfere talora cupe e ossessive, che sa rendere molto bene, un’ottima ricerca storica di base, le foto d’epoca (con un che da brivido) poste all’inizio di alcuni capitoli, l’introdurre elementi paranormal non solo come meri fenomeni sovrannaturali, ma quasi più come conseguenze di un particolare stato mentale – cosa che rende la trama ancor più intrigante, nel voler scoprire la verità su questi stessi fenomeni e dove finisca la realtà e inizi eventualmente qualcosa di diverso.

La Winters riesce a intessere molto bene tutti i vari ingredienti del romanzo e Olivia è una protagonista credibile con una sua personalità ben definita. Il rtimo, in particolare, è ben calibrato, tra parti prettamente storiche, altre più di azione, non senza momenti di suspense, soprannaturali e inquietanti.
Alcuni personaggi secondari sono un po’ bidimensionali, ma per i piccoli ruoli che giocano, non se ne sente troppo la lieve inefficacia.

La parte storica incentrata sul femminismo è sicuramente una delle più interessanti, poiché riesce a dare uno spaccato realistico sulla situazione dell’epoca e fa davvero sentire come ogni piccolo progresso per le donne fosse una grande e faticosa conquista, così come non a tutte fosse concesso nemmeno avere una opinione propria.

Come accennavo, una caratteristica assai apprezzabile già trovata nella Winters, è utilizzare l’elemento paranormal insinuando due prospettive differenti, quella che lo vede come qualcosa di magico/sovrannaturale e, più sottilmente, il fatto che questo possa essere un prodotto della mente, una metafora che nasconde qualcosa d’altro.

In questo caso, il fatto che Oliva veda alcune persone come vampiri demoniaci, non solo potrebbe essere frutto della suggestione del suo adorato romanzo Dracula e dell’ipnosi, ma anche una risposta della mente che mette a nudo la realtà per quello che è, che maschera il cattivo da mostro.

Dopo questo piacevolissimo romanzo, non vedo l’ora di leggere il prossimo della Winters.

My rating: 4/5

Cat Winters
A cure for dreaming
Ed. Amulet Books

Advertisements

2 thoughts on “Cat Winters, “A cure for dreaming”

    1. A me piace molto il suo riuscire a innestare un tema sottilmente paranormal a un romanzo storico, così come a mostrare il sovrannaturale anche sotto un diverso aspetto, e mai con troppe sdolcinatezze o trame stomachevoli. 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...