Jasper Fforde, “Il caso Jane Eyre”

Il primo romanzo di Jasper Fforde, Il caso Jane Eyre, è una bizzarra, divertente e movimentata vicenda ambientata in un’Inghilterra alternativa del 1985, in cui si viaggia in dirigibile, l’animale domestico più comune è il dodo (riapparso grazie ad un kit genetico dopo che si era estinto), in Russia i sovrani sono ancora i Romanov, il Galles è una repubblica socialista e la Guerra di Crimea dura da 130 anni.
Vi è inoltre la terribile ed enigmatica Goliath Corporation, multinazionale che ha aiutato a ricostruire l’Inghilterra dopo l’occupazione nazista e che ora controlla occultamente il governo.

La protagonista del romanzo è la strepitosa Thursday Next, single trentenne né bella né brutta, reduce di guerra, investigatrice all’Ops-27 (Detective letterari), ramo che si occupa delle opere letterarie e tutti gli annessi e connessi (frodi, contraffazioni, furti, ecc.).
In questo mondo alternativo le opere letterarie hanno difatti un’importanza enorme, e la letteratura è parte della vita di tutti i giorni e persino della politica.

La vita di Thursday sarà completamente sconvolta allorché si troverà invischiata in macchinazioni apparentemente molto diverse, ovvero la progettazione da parte della Goliath di un fucile al plasma che darebbe a un singolo soldato il potere di fuoco di un mezzo corazzato, rischiando così di rompere i delicati equilibri politici mondiali, e l’invenzione del Portale della Prosa da parte di uno zio di Thursday, che consente di entrare e uscire a piacere da un’opera letteraria.
L’acerrimo e storico nemico di Thursday, Acheron Hades, è estremamente interessato a quest’ultima, tanto che grazie a tale marchingegno riuscirà a rapire Jane Eyre dalle pagine del libro di cui è protagonista, gettando l’intera Inghilterra nel panico.

Il caso Jane Eyre è un romanzo irresistibile, scritto con un sense of humor strepitoso.
È impossibile definire il genere di questo libro, che ingloba elementi narrativi diversissimi, dalla fantascienza al poliziesco, fondendoli in modo perfetto.

Se vogliamo trovare un difetto, devo dire che purtroppo allo svolgimento del vero e proprio “caso Jane Eyre” viene concesso meno di metà libro, mentre nella prima parte ci si concentra su incontri marginali ed avanzamenti di carriera della protagonista che, se in prima battuta sono molto affascinanti e introducono a questa Inghilterra alternativa assolutamente folle, divertente e geniale, d’altra parte dopo un buon numero di pagine distolgono il lettore da un pieno coinvolgimento.

In conclusione, Il caso Jane Eyre è un libro originale e divertente, capace di coinvolgere pienamente il lettore, che, alle prese con invenzioni surreali e immaginarie e riferimenti alla realtà, diviene protagonista attivo nel cercare di sbrogliare una vicenda nella vicenda.

My rating: 4/5

Jasper Fforde
Il caso Jane Eyre
Ed. Marcos y Marcos
Trad. E. Bussolo, D.A. Gewurz

Annunci

One thought on “Jasper Fforde, “Il caso Jane Eyre”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...