Jo Graham, “Black Ships (Numinous World, #1)”

Black Ships dell’autrice Jo Graham è una sorta di retelling dell’Eneide di Virgilio, incentrato però sulla figura femminile di una profetessa oracolare.
L’ambientazione è il bacino del Mediterraneo, tra Troia, Grecia, Egitto e antico Lazio, il periodo storico quello del poema virgiliano, ovvero la prima della fondazione mitica di Roma da parte di Enea.

Benché non sia mai stata una fan di Enea, l’Eneide è un poema fondamentale e con molti spunti interessanti e un romanzo che avrebbe mescolato questa storia, narrata da un punto di vista inedito, oltre ad elementi di storia e mitologia greca ed egizia, ha catturato subito la mia attenzione.

Ahimè, purtroppo, a mio personalissimo gusto, il libro non è stato proprio al livello delle aspettative.

Gull è una figlia di una schiava di Wilusa, che in seguito a un incidente rimane storpia ad una gamba e per questo, non essendo più in grado di lavorare, viene portata dalla madre presso la Pizia, The Lady of the Dead, per diventare il suo apprendista.
Diventata lei stessa profetessa, assume il nome di Sybil e sceglie di intraprendere un epico viaggio per trovare una nuova terra per il suo popolo.

La storia è molto ricca e ben ricostruita, ci sono tanti dettagli accurati sulla vita nell’antica Grecia e dell’Egitto. Consigliabile avere un’infarinatura di letteratura, storia e mitologia classica per comprendere appieno diversi riferimenti, non sempre spiegati.

Il mio problema con questo romanzo è che mi aspettavo di respirare un’atmosfera epica, importante, mentre non ho trovato nulla di tutto questo.
Anche l’idea di vedere gli accadimenti dal punto di vista di una profetessa è estremamente interessante e originale, la nostra Sibilla, per quanto ben delineata, non ha una vera e statuaria caratterizzazione epica.
Sicuramente le mie perplessità sono dovute al gran conto in cui tengo la mitologia e il fascino che essa esercita su di me.

Insomma, ho letto altri libri che sono rivisitazioni di narrazioni classiche, trovando dei punti di vista inediti e vere chicche, mentre qui mi sembrava di leggere un comune romanzo con una buona ambientazione storica e condito da un po’ di romance (senza contare che Aeneas era chiamato Neas dai compagni e amici… sigh).

Mi aspettavo, insomma, molto di più.
Questo, insieme al fatto che l’andamento del libro è alquanto lento, soltanto verso la fine gli eventi si animano, non me l’hanno fatto apprezzare adeguatamente.

My rating: 2.5/5

Jo Graham
Black Ships (Numinous World, #1)
Ed. Orbit

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...