Eliza Crewe, “Cracked (Soul Eater, #1)”

È sempre un peccato avere tra le mani un romanzo dalle buone potenzialità che poi si rivela un mezzo disastro (almeno per i miei gusti).

La protagonista, Meda, è una creatura per metà sovrannaturale che si nutre delle anime degli esseri umani. È anche la voce narrante del libro e risulta un personaggio accattivante e discretamente tratteggiato, anche se talora la sua vanità e il suo orgoglio raggiungono livelli smisurati.

Gli altri personaggi sono alquanto dimenticabili, abbastanza piatti e stereotipati.

Gli spunti originali nella trama ci sono, ma il suo sviluppo per me è stato deludente e non mi ha coinvolto.

Inoltre, quello che dovrebbe essere un punto di forza della storia risulta un groviglio confuso: ci sono parecchi elementi, di per sé interessanti anche se alcuni un po’ troppo già noti (ad esempio templari, cavalieri, male contro il bene, demoni, idee religiose, scuola che prepara i migliori cadetti ecc.), ma tutti questi ingredienti vengono accumulati e mescolati insieme in modo un po’ disorganizzato, a volte con l’impressione di voler infarcire la scena per fare colpo, più che per una precisa direzione narrativa.

My rating: 2.5/5

Eliza Crewe
Cracked (Soul Eater, #1)
Strange Chemistry

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...