Gail Carriger, “Etiquette & Espionage (Finishing School #1)”

Sofronia Temminnick non è la classica e impeccabile signorina vittoriana. Più curiosa che aristocratica, interessata agli ultimi ritrovati tecnologici piuttosto che alla moda, viene mandata dalla madre alla celeberrima Finishing Academy for Young Ladies of Quality di Mademoiselle Geraldine.
Ben presto Sofronia scopre di non essere in un tipico istituto per signorine per bene e per raffinare modi ed educazione, bensì in una scuola davvero particolare, ricca di misteri, intrighi, personaggi bizzarri e lezioni ancor più inconsuete.

La maggior parte dei personaggi del romanzo è deliziosamente eccentrica e accattivante, compresi quelli che a buon diritto rientrano tipicamente nella sfera del genere paranormal/urban fantasy (come, in questo caso, un insolito lupo mannaro), a partire proprio dalla protagonista, che si scosta del tutto dall’adolescente perfettina e senza personalità.

Il worldbuilding è sicuramente uno degli aspetti maggiormente riusciti: viene descritta una squisita Inghilterra Vittoriana in salsa steampunk, decisamente affascinante, un immaginario che si plasma man mano pagina dopo pagina.

Lo stile di Gail Carriger è peculiare, caratterizzato da una terminolgia tipicamente british di epoca vittoriana che rende la storia ancor più mimetica, non senza molti passaggi carichi di ironia, cosa che rende la narrazione scorrevole, seducente e piacevole, spesso anche divertente.

Per quanto il romanzo scorra bene, il nucleo della vicenda narrata è abbastanza evanescente e la conclusione forse un po’ troppo brusca. Il libro sembra più un ampio prologo, una presentazione, del mondo e dei personaggi che animeranno la trilogia Finishing School, che una storia completamente a sé.

Romanzo, tuttavia, promosso, uno young adult del genere paranormal sicuramente godibile, soprattutto perché ironico e divertente e scevro di sdolcinati romanticismi.

My rating: 4/5

Gail Carriger
Etiquette & Espionage (Finishing School #1)
Ed. Little, Brown Books for Young Readers

Annunci

3 thoughts on “Gail Carriger, “Etiquette & Espionage (Finishing School #1)”

  1. Un altro romanzo pieno della deliziosa e sottile ironia british é “Breve storia dei trattori in lingua ucraina” di Marina Lewycka. Te lo straconsiglio se non l’ hai ancora letto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...